Visualizzazione post con etichetta vegan. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta vegan. Mostra tutti i post

venerdì 23 giugno 2017

Vegan Brioches " cu tuppu"o semplicemente Brioches Siciliane!!! ;)







Ben ritrovati ragazzi..... quanto tempo.... ma sono sempre felice di ritornare sul mio blog a condividere i miei nuovi esperimenti in cucina....

E proprio oggi in questo bel venerdì estivo, che anticipa il tanto atteso weekend , da siciliana DOC non posso non darvi la mia ricetta per le famosissime e super buonissime brioches col tuppo!!!
                                                             
                                                                     😋😋😋😋😋

Alimento fondamentale delle colazioni estive, da accompagnare alle golosissime e dolcissime granite o da stra-farcire con una valanga di gelato......!!!!!!!!

La mia ricetta, come ormai saprete, è totalmente vegetale, infatti rispetto la versione originale, non utilizzerò nè latte, nè uova, nè burro.... ma il risultato è così spettacolare che la differenza proprio non c'è!!!

Non è stato facile rendere totalmente salutare questa prelibatezza.... infatti il 1° tentativo è miseramente fallito, poichè avevo utilizzato solo farine integrali e la consistenza non era quella
" fluffosa" caratteristica delle brioches, anzi tutt' altro  .... erano piuttosto pesanti....così ho trovato un compromesso ed ho utilizzato metà farina manitoba di buona qualità e metà farina di farro integrale.......

                                                                          TOP!!!!!!
Ma adesso basta cianciare eccovi la ricetta......







INGREDIENTI per 6 brioches grandi:

  • 250 g di farina manitoba
  • 250 g di farina di farro integrale
  • 50 g di amido di mais
  • 25 g di lievito di birra fresco
  • 70 ml di olio di riso
  • 170 g di zucchero integrale di canna
  • 250 ml di latte vegetale ( scusate bevanda!!!😒 ovviamente a scelta)
  • 1 pizzico di cannella
  • scorza di limone grattugiata
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaio di sciroppo di riso o agave o acero + 2 cucchiai di latte per spennellare
PREPARAZIONE:

Per prima cosa scaldiamo leggermente il latte vegetale, io ho usato quello di soia, e sciogliamo il  lievito.
Versiamo le farine, insieme all'amido di mais, lo zucchero, la scorza di limone e la cannella nel contenitore del robot da cucina o in planetaria, aggiungiamo il latte in cui abbiamo sciolto il lievito, e l'olio di riso.

Azioniamo la macchina ed iniziamo ad impastare, nel momento in cui l'impasto inizia a compattarsi aggiungiamo il sale.

Trasferiamo il nostro panetto su una superficie leggermente infarinata, ed impastiamo a mano per qualche minuto, così da ottenere una palletta bella elastica.

Poniamo l'impasto in una ciotola leggermente infarinata, copriamo con la pellicola trasparente e lasciamo lievitare in forno spento per un'ora.

Trascorso il tempo, rimpastiamo il nostro panetto lievitato, cercando di dare una forma allungata, e ricaviamo dalla pasta  otto pezzi, più o meno della stessa dimensione.

Da questi pezzi formiamo 6 pallette grandi e 6 pallette più piccole ( i tuppi!!! ).

Aiutandoci con le dita, formiamo una fossetta al centro delle pallette più grandi ed adagiamo le pallette più piccole, pressando un pò, affinchè si attacchino bene.

Trasferiamo le nostre briochine su una teglia rivestita di carta forno, e lasciamo lievitare per circa 40 minuti.

Preriscaldiamo il forno statico a 180 ° e posizioniamo nel ripiano più basso un pentolino con dell'acqua, così da creare un pò di vapore che aiuterà le brioches a rimanere morbide.

Trascorsi i 40 minuti, spennelliamo le nostre bimbe, con latte e sciroppo, così che in cottura diventino super dorate, ed inforniamo per 20 minuti.

A questo punto, tiriamo fuori dal forno il pentolino con l'acqua, e lasciamo cuocere altri 5 minuti.

Le brioches dovranno essere dorate sia in superficie che alla base.

Una volta cotte, fatele raffreddare in forno, tenendo lo sportello leggermente aperto, questo passaggio ne preserverà la morbidezza.

Queste dolcezze si conservano morbide  due giorni chiuse in un sacchetto di carta, ma potete benissimo congelarle una ad una nei sacchetti freezer, e scongelarle un'oretta prima di gustarle, io faccio così..... e non rinuncio affatto, alla mia bella colazione estiva con granita e " brioscia" come diciamo dalle mie parti!!!! 😁😁😁




Che ne dite vi piace????

A presto
Jorgette


lunedì 15 maggio 2017

Crostatina Mora Mirtilla.....Vegan e deliziosa!!!






si si lo so....questa maledettissima prova costume che inizia ad ossessionarci già dai primi giorni di maggio..... e si inizia a fare attività fisica tipo pazze....a considerare il pane a tavola come il  più crudele tra i  nemici.......e a pensare con nostalgia alle numerose torte ingurgitate durante l'inverno che  non si sa perchè pensavamo non facessero ingrassare   ahhhhhhhhhhhhhhhhhh.....perchè ogni anno ci ritroviamo a questo punto perchè???????????? 🙈🙈🙈

Ma è tempo di dire basta a tutto questo..... e quindi sapete che faccio? Scrivo la ricetta di una golosissima, ma sanissima e super light Crostatina dal nome mora mirtilla, che appaga gli occhi, il palato e non ci fa sentire per niente sconfitte davanti alle nuove collezioni di costumi da bagno per l'estate che ormai si avvicina........................

e poi CHISSENEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!! 





INGREDIENTI per uno stampo da 22 cm:
per la frolla:

  • 180 g di farina d'avena integrale
  • 2 cucchiai di zucchero di canna integrale
  • 40 ml di olio di riso
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • scorza di limone grattugiata
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  • 2-3 cucchiai di acqua fredda
  • 1 pizzico di sale
per la crema:
  • 250 ml di latte di riso o avena
  • 1 cucchiaio di sciroppo di riso o zucchero di canna 
  • 2 cucchiai rasi di amido di mais
  • 1 pizzico di curcuma
  • scorza di limone q.b.
Copertura:
  • 25 g di more
  • 25 g di mirtilli
  • scagliette di cocco
PROCEDIMENTO:

Iniziamo preparando la frolla, semplicemente versando la farina nella terrina, alla quale aggiungeremo, lo zucchero, l'olio, la vaniglia, il lievito il pizzico di sale  e la scorza di limone.

Con l'aiuto di un cucchiaio di legno iniziamo ad amalgamare il composto e quando avrà raggiunto un aspetto granuloso/sabbioso aggiungiamo 2 o 3 cucchiai di acqua, impastiamo e formiamo il nostro panetto di frolla.

Avvolgiamo in pellicola trasparente e lasciamo riposare a temperatura ambiente giusto il tempo di preparazione della crema.

In un pentolino misceliamo, l'amido di mais con circa 100 ml di latte di riso prelevato dal totale e con l'aiuto di una frusta mescoliamo affinchè non si formino grumi, aggiungiamo il resto degli ingredienti e poniamo su fiamma moderata, continuiamo a mescolare finchè la crema non si sarà addensata.
Spegniamo e lasciamo raffreddare.

Riprendiamo la nostra frolla, stendiamola su una spianatoia leggermente infarinata con l'aiuto di una mattarello e rivestiamo lo stampo da crostata scelto, io ne ho usato uno in silicone, per cui non ho dovuto oliare ed infarinare, se non lo avete potete anche rivestire la teglia con della carta da forno.

Bucarelliamo il fondo con una forchetta, così da non far crescere la nostra frolla in cottura e ricopriamo con un foglio di carta forno la pasta, sul quale disporremo  ceci secchi o qualsiasi altro peso disponibile, in modo tale da poter effettuare la cottura della frolla senza farcia .

Inforniamo a 180° in modalità statico per circa 20 minuti.

Una volta cotta, lasciamo raffreddare completamente;

Farciamo il nostro guscio di frolla profumato con la crema pasticcera, cospargiamo di more, mirtilli e  scagliette di cocco,  gustiamo questa dolcezza con un enorme sorriso soddisfatto!!!!



Alla prossima
Jorgette

lunedì 24 aprile 2017

Vegan Tortillas con patate e cipolle....!!!!





Essendo  sempre di corsa... anche la frittata VEGAN diventa un salva pasto, soprattutto se la dispensa è quasi vuota.... e ci sono solo patate e cipolle...... e allora pensando ad un lontano viaggio fatto con amici a Madrid, dove ci si alimentava principalmente di patatas brava e tortillas.....che si fa????

Tortillas svuota dispensa.....yessss!!!!



Poi in vista anche del 25 Aprile......una scampagnata senza crudeltà e con mega paninozzo al sacco, bhè il frittatone è assicurato!!!!

Ecco cosa ci occorre.......


INGREDIENTI:
  • 3 patate medie
  • 1 cipolla bianca
  • 1 cucchiaino di paprica
  • 100 g di farina di ceci
  • 200 ml di acqua 
  • 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • erbette aromatiche ( basilico, prezzemolo, origano)
  • sale e pepe q.b.
  • un pizzico di noce moscata
  • 1 cucchiaio di olio e.v.o.
  • prezzemolo tritato q.b.
PROCEDIMENTO:

Dato che la farina di ceci, viene ottenuta semplicemente tritando il legume, io per una questione di digeribilità, sono solita preparare la pastella la sera prima, semplicemente  miscelando la farina di ceci insieme all'acqua, aglio in polvere, sale e pepe ed il pizzico di noce moscata ripongo in frigo e via....

L'indomani, taglio a cubetti le patate ed affetto la cipolla, in una bella padella antiaderente verso un cucchiaio di olio evo, e faccio soffriggere prima la cipolla alla quale una volta diventata bruna aggiungo le patate.... giro e rigiro qualche minuto finchè non saranno quasi del tutto cotte.

Trasferisco le patate e le cipolle cotte all'interno della pastella di ceci, aggiungo un altro pizzico di sale, un po di prezzemolo tritato e la paprica.....verso tutto di nuovo in padella e lascio cuocere circa 4 minuti per lato coprendo con un coperchio.

Il passaggio più critico è come sempre quello di rigirare la frittata...ma se la padella è nuova o comunque super antiaderente l'operazione diventa semplice!!!

Credetemi questa "farifrittata" è davvero buona.....non ha il sapore dell'uovo ovviamente, ma svolge il suo compito egregiamente!!!



Che ne dite?? vi piace???

A presto

Jorgette

venerdì 14 aprile 2017

Veg Pasta al Forno delle feste!!!!






Ed eccoci di nuovo qui pronti ad affrontare un altra festività all'insegna delle grandi abbuffate... ma ovviamente scegliendo una cucina sana, etica e nel rispetto delle tradizioni...

Infatti oggi propongo un classico dei classici, sempre presente in queste occasioni, sulle tavole di quasi tutti gli italiani.... la tanto amata    PASTA AL FORNO!!!! 

Un piatto che fa felici grandi e piccini, adatto sia per la Pasqua che per la Pasquetta!!! 



Ecco cosa ci occorre per preparare questa bontà, sana e totalmente cruelty free....


😋😋😋

INGREDIENTI per 6 persone:
  • 600 g di rigatoni integrali
  • 1 barattolo di pomodori pelati bio
  • 1 bottiglia di passata di pomodoro bio
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 100 g di semi misti ( tra girasole, canapa, zucca )
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • besciamella veg (vedi qui)
  • 100g di formaggio vegetale a scelta 
  • 100 di veg affettato a scelta ( lupino, mopour, veg-cotto )
  • 3 melanzane
  • 1 cucchiaio di sale grosso
  • lievito alimentare in scaglie
  • sale e pepe q.b.
  • aglio in polvere q.b.
  • olio extra vergine d'oliva q.b.
  • 2 foglie di alloro
PROCEDIMENTO:

Per prima cosa occupiamoci delle melanzane, semplicemente tagliandole a fette non molto spesse, disponiamole in un cola pasta e cospargiamole di sale grosso, e lasciamole perdere il loro liquido amarognolo per almeno un'oretta. Questo passaggio  lo consiglio, in quanto cuocendo le melanzane al forno avranno una consistenza molto morbida e simile alla consistenza che assumerebbero se fossero fritte.
Infatti la differenza è davvero impercettibile.

Passiamo adesso alla preparazione del sugo,  facendo rosolare in una pentola capiente, sedano, carota e cipolla tagliati a cubetti con un cucchiaio di olio e.v.o., tritiamo al coltello grossolanamente i semi,  ed uniamoli al soffritto.
Non appena le verdure saranno appassite, sfumiamo con il vino rosso e quando evaporato l'alcool possiamo procedere ad aggiungere i due tipi di pomodori, i pelati e la  passata, saliamo, pepiamo ed aggiungiamo un pizzico di aglio in polvere insieme alle foglioline di alloro per contrasteranno l'acidità dei pomodori.
Abbassiamo la fiamma, copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere lentamente per circa un'ora, rigirando il sugo di  tanto in tanto, una volta cotto, versiamo un filo di olio e.v.o. a crudo e lasciamo riposare.

Eliminiamo il sale dalle nostre  melanzane sotto il getto dell'acqua corrente, e disponiamo le fette su una teglia rivestita di carta forno, spennelliamo con olio, sale e pepe ed inforniamo a 200° per circa 15-20 minuti. 

Possiamo dedicarci adesso, alla cottura della pasta lasciandola al dente e alla preparazione della besciamelle

                 BESCIAMELLE DI MANDORLE
  • l di latte di mandorla senza zucchero
  • 70 g di fecola di mais ( o farina di tapioca )
  • 70 ml di olio di riso
  • sale e pepe q.b.
  • noce moscata q.b.
In un pentolino dal fondo spesso, formiamo il  roux a base di olio di riso e fecola di mais, creando una cremina grazie all'aiuto di una frusta.
Poco per volta aggiungiamo il latte vegetale, continuando a girare di modo da evitare il formarsi dei grumi.
Aggiungiamo sale e pepe e mettiamo la pentola su fiamma moderata.
Mescoliamo con un cucchiaio di legno finchè la crema comincerà ad addensarsi, ma dobbiamo far attenzione affinchè non diventi troppo densa, ma dovrà semplicemente velare il dorso del cucchiaio, in quanto la besciamella vegetale, anche dopo la cottura tenderà ad addensarsi sempre più.

Una volta pronta, spegniamo la fiamma ed aggiungiamo un pizzico di noce moscata.



 disponiamo su un piano da lavoro tutto il resto degli ingredienti che ci occorreranno per comporre la nostra teglia di pasta al forno.

Versiamo metà del sugo nella casseruola della pasta, aggiungendo il formaggio veg affettato e cospargiamo con un cucchiaio di lievito alimentare.
Sul fondo della teglia scelta, disponiamo un primo strato di melanzane, uno strato di pasta, il veg affettato scelto, la besciamelle, e qualche cucchiaiata di sugo, continuiamo così, fino a completamento di tutti gli ingredienti, ricoprendo la superficie con besciamelle e levito alimentare.

Inforniamo per circa 20 minuti a 200° in forno statico e gli ultimi 5 minuti in modalità ventilato per far formare la crosticina. 




Credetemi è davvero una delizia e sarà una delle ricette più richieste da tutta la famiglia.... il ragù di semi poi è una cosa pazzesca........

Vi auguro una serena Pasqua ricca  di pace , amore e rispetto sia nel piatto che fuori.......

Un abbraccio virtuale
A presto 

Jorgette

mercoledì 29 marzo 2017

polpettine di lenticchie al sugo.....









Il piatto che propongo oggi è davvero un salva pasto.... ideale come svuota frigo e ottimo  da gustare sia come condimento per un bel piatto di pasta, sia come sfizioso secondo, che richiama senza alcun indugio  a fare "la scarpetta" con una bella fetta di pane casareccio......
                                                                    😋😋😋
Queste polpettine di lenticchie sono facilissime da preparare e e si possono insaporire in mille modi e con mille spezie, io oggi le propongo in chiave piuttosto classica, da servire ricoperte da un sugo al pomodoro con cipolla e pisellini...... buonissime!!!!

Ecco cosa ci occorre per preparare tutto.....





INGREDIENTI per 2 persone:

per le polpettine

  • 250 g di lenticchie verdi  
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla 
  • 1 cucchiaino di dado vegetale fatto in casa
  • 4 cucchiai di crusca o farina d'avena
  • 1 cucchiaio di olio e.v.o.
  • sale e pepe q.b.
  • 1 cucchiaio di semi di chia
  • 1 pizzico di aglio in polvere
  • prezzemolo tritato q.b.
  • pangrattato se necessario
per il sugo......

  • 1 barattolo di pelati
  • 1/2 cipolla 
  • 100 g di piselli surgelati
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere d'acqua 
  • sale e pepe q.b. 
  • olio e.v.o. q.b.


PROCEDIMENTO:

Iniziamo semplicemente lessando le lenticchie,  ammollate in precedenza per circa mezz'ora, in acqua insieme alla carota e alla cipolla tagliata grossolanamente, aggiungendo anche il cucchiaino di dado,  vegetale ( io uso quello fatto in casa da mia madre).
Lasciamo cuocere per circa 30 minuti, o finchè il legume non sarà cotto, questo dipende anche dalla grandezza della qualità di lenticchie scelte, io ho usato quelle giganti che di solito faccio cuocere per 30-40 minuti, ma ovviamente se si vuole ancor di più ridurre i tempi,si possono benissimo utilizzare le lenticchie in scatola già pronte.

Quando cotte, scoliamole e versiamo tutto in una terrina, con una forchetta o se preferite con un frullino ad immersione, schiacciamo in maniera grossolana i legumi, aggiungiamo a questo punto i semi di chia e mescoliamo, questi, a contatto con la parte umida delle lenticchie formeranno un gel che fungerà da legante per gli altri ingredienti.
Aggiungiamo all'impasto quindi la crusca d'avena,l'olio,l'aglio in polvere ed il prezzemolo tritato.

Qualora l'impasto dovesse essere ancora troppo umido, possiamo aggiungere qualche cucchiaio di pangrattato per raggiungere la giusta consistenza.

Formiamo a questo punto le polpettine, e disponiamole in una teglia rivestita di carta da forno.
Spennelliamo con un pò di olio e cuociamo in  forno ventilato per circa 10 minuti o finchè non si sarà formata una crosticina dorata.

Nel frattempo, possiamo dedicarci alla preparazione del sugo, semplicemente tritando la cipolla, che faremo appassire in padella con un cucchiaio di acqua e uno di olio,quando risulterà soffice aggiungiamo i pisellini.
Lasciamo stufare e non appena l'acqua sarà del tutto evaporata, sfumiamo con il vino bianco.
Aggiungiamo i pelati e schiacciamoli con una forchetta direttamente in padella, saliamo pepiamo  ed aggiungiamo l'acqua, dovrà cuocere su fiamma moderata per circa 15 minuti.

Quando le polpettine saranno pronte disponiamole su un piatto e lasciamole intiepidire.

Versiamo il sugo ormai pronto sulle polpette, aggiungiamo un filo d'olio a crudo e serviamo.....



Sono davvero ottime, ideali per ogni occasione 😉!!!!

A presto

Jorgette


lunedì 16 gennaio 2017

Strudel di mele e fichi!!!








Non potevo non iniziare l'anno nuovo qui sul blog,  se non con una ricettina dolce  dolce, ma light  e perfetta per scaldarsi in queste giornate freddissime, in cui viene solo voglia di stare avvolti in un morbido plaid, comodamente sul divano a guardare una serie tv preferita....


Oggi infatti vi propongo uno strudel di mele  davvero eccezionale, oltre che facilissimo da fare, speziato, sano in cui ho sostituito la classica uvetta con dei dolcissimi fichi secchi che lo hanno reso davvero meraviglioso......



ecco cosa ci occorre...........


INGREDIENTI:
Per la pasta :

  • 200 g di farina di farro integrale
  • 60 ml di olio di riso o di semi di girasole
  • 50 ml di acqua  t.a.
  • 20 ml di vino bianco
Per il ripieno:
  • 3 mele fuji
  • succo di mezzo limone
  • 1 cucchiaino di margarina vegetale senza olio di palma
  • 20 g di pinoli
  • 5 fichi secchi
  • 2 cucchiai di sciroppo di riso o avage o zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di zenzero
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano
  • 1 cucchiaino di noce moscata 
  • un pizzico di cardamomo in polvere ( facoltativo )
  • 3 fette biscottate vegan

PROCEDIMENTO:

Iniziamo preparando la nostra pasta, semplicemente disponendo tutti gli ingredienti in una ciotola, iniziando a mescolare con un cucchiaio di legno, per poi trasferire il tutto su un piano da lavoro ed impastare finchè non si otterrà un panetto liscio ed elastico, si impiegheranno circa 5-10 minuti.
Avvolgiamo l'impasto ottenuto con della pellicola e riponiamo in frigo per circa 20 minuti;

Nel frattempo possiamo dedicarci  al ripieno, basterà tagliare a cubetti le mele, per poi irrorarle con il succo di limone per non farle annerire.

Sul fuoco disponiamo una padella ed aggiungiamo la margarina, non appena si sara sciolta, possiamo unire i cubetti di mela, i pinoli, i fichi tagliati a pezzettini, il dolcificante scelto e le spezie.

Abbassiamo la fiamma e lasciamo stufare a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto, finchè le mele non si saranno ammorbidite. Qualora fosse necessario, si possono aggiungere 3-4 cucchiai di acqua per agevolarne la cottura; quando pronte lasciamo raffreddare.

Trascorso il tempo di riposo, stendiamo il più sottile possibile  la pasta del nostro strudel su un foglio di carta forno, con l'aiuto di un mattarello, dandogli una forma il più rettangolare possibile.

Sbricioliamo sulla pasta stesa le fette biscottate, che assorbiranno in cottura i liquido delle mele, e cospargiamo il tutto con la composta di mele e fichi.

A questo punto con l'aiuto della carta forno, basterà arrotolare il nostro strudel e trasferirlo in una teglia.

Con un coltello incidiamo la superficie del dolce, cospargiamo  con un pochino di zucchero di canna ed inforniamo in forno caldo a 180° per 20-25 minuti.




La casa sarà invasa da un profumo inebriante.......  è  un dolce perfetto per la colazione ma anche  merenda golosa e appagante!!! 

che ne dite vi piace??

A presto 

Jorgette




venerdì 2 dicembre 2016

Fettuccine agli Asparagi!!!







Da quando ho aperto il blog...... cioè nel lontano 2013!!! è stata la prima volta che mi sono assentata per così tanto tempo.....vi chiedo scusa....ma ne avevo bisogno.....sono alla ricerca di cambiamenti continui e nuovi stimoli, per cui ho preferito rallentare, e valutare se continuare in questa direzione o compiere una svolta....

La verità è che questo piccolo spazio virtuale mi manca, è il mio piccolo rifugio dove in fin dei conti condivido una grande passione e l'ho sempre fatto con gioia e amore!


Ritorno quindi molto più serena e vicina al periodo dell'anno che più amo, infatti il Natale  si avvicina sempre più e il mese di Dicembre risveglia in noi il desiderio di portare in tavola piatti gustosi e confortevoli circondando i nostri ambienti di lucine e odori speziati!


Oggi voglio condividere un primo piatto tanto goloso quanto sano e semplice da realizzare, adatto alle occasioni speciali, ma anche a quelle giornate che hanno bisogno della giusta dose di conforto che solo un piatto di pasta sa donare!

Prepariamo insieme le fettuccine di semola con una crema di asparagi, che sono sicura conquisterà chiunque!!!






Dosi per 4 persone:


  • 400 g di fettuccine o tagliatelle di semola di grano duro
  • 1 mazzo di asparagi
  • 250 ml di panna di riso 
  • 1 porro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • brodo vegetale q.b.
  • olio e.v.o. q.b.
  • sale e pepe

PREPARAZIONE:

Per prima cosa laviamo i nostri asparagi, privandoli della base dei gambi che risulta essere sempre più duretta, e tagliamoli a rondelline, allo stesso modo laviamo e affettiamo il porro.

Poniamo su fiamma una padella antiaderente e aggiungiamo un cucchiaio di olio extra vergine,  lasciamo stufare  il porro per qualche minuto e  aggiungiamo le rondelle di asparagi, per poi sfumare tutto con il vino bianco.

Non appena  l'alcool sarà evaporato aggiungiamo un cucchiaino di dado vegetale ( io uso quello fatto in casa da mia madre) e una tazza di acqua calda, ovviamente potete anche preparare un brodo vegetale semplicemente portando a bollore una costa di sedano, una carota e una cipolla.

Abbassiamo la fiamma, copriamo e lasciamo cuocere per circa 15 minuti o finchè l'acqua non sarà quasi del tutto evaporata.

Nel frattempo cuociamo le nostre fettuccine,  quando gli asparagi saranno cotti con l'aiuto di una forchetta schiacciamone una parte e aggiungiamo la panna di riso, un pizzico di pepe e se necessario ( vista la presenza del dado vegetale ) un pizzico di sale.

Scoliamo la pasta e condiamola versandola direttamente nel sughetto, impiattiamo e serviamo immediatamente!!!

Una vera bontà semplice da preparare e deliziosa, un vero comfort food!!!




Vi abbraccio tutti virtualmente, alla prossima

Jorgette 

mercoledì 28 settembre 2016

Torta di mele della nonna!





L'autunno è arrivato.... di già!! ed io che ho fatto fin'ora??? ahhhhhh devo recuperare..........

Ritorno con un dolce classico, ma che tanto classico non è visto che non verranno utilizzati uova, latte e burro....ma posso garantire al 100% la bontà assoluta e la totale somiglianza con la versione originale!

Oggi condivido la ricetta della torta di mele della nonna, semplicissima e composta da pochissimi ingredienti, si prepara in un attimo e rende le colazioni o gli spuntini davvero degli attimi coccolosi....



INGREDIENTI per uno stampo da 24 cm :

  • 200 g di farina di farro integrale
  • 50 g di farina di riso integrale
  • 65 g  di zucchero di canna integrale
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci vegan
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 4 cucchiai di yogurt di soia al naturale
  • 200 ml di latte di riso
  • 80 ml di olio di riso
  • succo e scorza di 1 limone
  • 1 pizzico di vaniglia bourbon
  • 1 pizzico di curcuma
  • 2 mele 
PREPARAZIONE:

Per prima cosa, sbucciamo le mele e tagliamole a fettine, disponiamole in un recipiente e irroriamole con il succo di limone per non farle annerire.
Preriscaldiamo il forno in modalità statico a 180° e rivestiamo uno stampo da torta con carta forno.

In una terrina setacciamo le farine, il pizzico di sale, il lievito ed il bicarbonato, aggiungiamo la vaniglia e la curcuma che donerà alla torta il suo colore caratteristico.

Mescoliamo le polveri ed aggiungiamo lo zucchero, lo yogurt, l'olio, il latte e per finire la scorza del limone.

Amalgamiamo il composto con una frusta e versiamo metà dell'impasto nella tortiera, livelliamo con un cucchiaio e cominciamo a distribuire metà delle fettine di mela sul composto.

Distribuiamo la restante parte della pastella nello stampo e completiamo adagiando in superficie le fettine di mela rimaste.

Inforniamo per 35 minuti, ma dipende dal vostro forno per cui fate sempre la prova dello stecchino ;)

Una volta cotta la nostra torta sprigionerà un profumo inebriante e sarà davvero difficile aspettare che si raffreddi per assaggiarla!




Spero vi piaccia! 
Alla prossima 
Jorgette




venerdì 5 agosto 2016

Una cena Gourment davvero speciale......

O mamma il tempo vola.....Benvenuto Agosto!!!!!

Inauguro il mese con un post diverso, oggi ho intenzione di raccontarvi di una cena davvero speciale.... regalo del mio maritozzo che sa sempre come stupirmi....grazie amore!!!!

Il 27 Luglio scorso, in un carinissimo ristorante della mia citta L'Antica Torre, si è svolta una cena vegana gourmet, a cura dello chef Giorgio Puleo, allievo di uno dei più grandi innovatori di cucina naturale italiana Pietro Leeman .....

Ogni piatto era un inno alla vita, colori, profumi invitanti consistenze inaspettate e sapori meravigliosi.....

Il menù era ricchissimo e vario, infatti avevo paura che essendo una cena gourmet avremmo mangiato come gli uccellini e saremmo dovuti ricorrere ad una pizza d'emergenza post cena, ma sono felice di smentire questo stereotipo, perchè abbiamo mangiato tanto e trooooppo bene!!!

Lo chef è un ragazzo giovanissimo e originario di Messina (che bello scoprire talenti della mia terra ) ed ha fornito prima delle portate, una descrizione precisa e dettegliata di ogni singolo piatto, trasmettendo l'amore e la passione verso la sua professione, unendo le sue origini siciliane e la sua voglia di viaggiare e conoscere il mondo della cucina orientale, aspetti presenti in ogni sapore!!!

Non sono una fotografa professionista, ma voglio condividere con voi le foto di ogni portata per farvi vedere la bellezza di questi piatti completamente senza crudeltà, vegani e deliziosi, che non solo appagano il corpo ma anche lo spirito, perchè si può mangiare bene senza far del male a nessuno e quindi essere felici!!!


questa polpettina ha dato inizio alla bellissima cena, un sapore molto aromatico donato anche da una maionese delicata ma allo stesso tempo gustosa....perfetta combinazione ovviamente!!

Questo è stato il piatto che più mi ha stupito, si tratta di un carpaccio di anguria, si si avete letto bene è proprio anguria,! Resta un mistero, ovviamente,  il modo per ottenere questa forma e  consistenza, ma l'unione con le alghe wakame e con il finocchietto di mare, erbetta aromatica tipica delle mie parti, rende questo piatto perfetto, fresco ed estivo ....uno spettacolo per tutti i sensi ...vista, gusto ed olfatto!

Che bontà questo antipasto.....un vero e proprio sole! purtroppo la mia foto poco illuminata non gli rende giustizia, ma si tratta di una crema di carote, cosparsa da fettine di daikon e cubotti di barbabietola....piatto fresco e delizioso!

 Quenelle di Avocado con noci e carotine, accompagnate da mini crepes di farina di teff senza glutine! dei bocconcini davvero gustosi e freschi!

Questo risotto .....lo mangerei adesso! Cremoso e profumato.....con zucchine e funghi shiitake, mantecato con burro di mandorle e cosparso di miso di riso......buonissimo!!!

Ed ecco il piatto per me più bello! un inno alla cucina naturale, il cibo che ci da la vita.....gnocchetti di patate aromatizzati con spinaci, barbabietola e zafferano, ripieni con un granulare di fagioli bianchi molto aromatico, su una crema al pomodoro dolce ed  assolutamente fantastica!!! Senza dubbio la  mia portata preferita!!!

Si tratta di tofu prodotto direttamente dallo chef, molto aromatico e croccante adagiato su un letto di verdurine fermetate dal sapore un po acidulo e da verdurine di stagione come i fiori di zucca che non avevo mai mangiato a crudo ma che mi hanno subito conquistata!!

Il nome, ha spiegato lo chef, è stato dato un po per giocare con gli onnivori presenti, ma la  somiglianza con l'ovetto di gallina forse la si ritrova solo nei colori.....in ogni caso, un dessert degno di questo nome.....una gelatina fruttata da un forte sentore agrumato, attorniata e cosparsa da una spuma di mandorle amare e granella il tutto su una crema di fragole davvero deliziosa!! 

Spero di aver descritto bene questi piatti, che lo Chef Puleo non me ne voglia, e spero di avervi trasmesso la mia gioia nel gustare questi meravigliose pietanze!!!

A presto
Jorgette

mercoledì 6 luglio 2016

Doppiette di Melanzane!!!






Luglio col bene che ti voglio.........la la lalalaaaaaaaaaaaaa!!!

Non sono pazza è che adoro l'estate anche se afosa, calda e anche appicicaticcia, però sprigiona sole, calore, colori e poi si mangiano le cose più buone!!!!

Regine indiscusse delle tavolate estive sono senza alcun dubbio le melanzane, che anche semplicemente lessate e condite con sale, pepe e olio diventano un contorno buonissimo su dei croccanti crostini di pane!!!

Oggi vi propongo il piatto più amato dal mio "maritozzo" ma rivisitato in chiave light e naturalmente vegan!!!

Cuciniamo le "Doppiette di Melanzane"!!!!!!!!

Si tratta di involtini di melanzane ripieni di pasta in formato spaghetti e formaggio veg, il tutto cosparso di sugo al pomodoro e spolverato di "veg-parmiggiano"!!!

No.... ma non voglio dilungarmi......sarà la ricetta a parlare.....strepitosa e di sicuro successo!! ;)







INGREDIENTI per 4/6 persone:

  • 1 bottiglia di passata rustica di pomodoro bio
  • 1 cipolla grande
  • 2 melanzane viola di medie dimensioni
  • 350 g di pasta lunga integrale o di semola ( spaghetti, linguine, tagliatelle, bucatini ecc..)
  • 100 g di veg mozzarella auto-prodotta come questa o già pronta
  • veg-ggiano q.b. ( 1 manciata di frutta secca + 2 cucchiai di lievito disattivato in scaglie )
  • sale e pepe q.b.
  • aglio in polvere q.b.
  • olio evo q.b.
  • basilico fresco q.b. 
PREPARAZIONE:

- Per prima cosa, laviamo bene le nostre melanzane e tagliamole a fette non troppo sottili, ( circa di 1mm ) disponiamole in un cola pasta e cospargiamole di sale, lasciamole cosi per un minimo di mezz'ora ma un'ora è il tempo perfetto.
Questa operazione permetterà alle melanzane di perdere un po di acqua di vegetazione  e quindi di ammorbidirsi, ma soprattutto farà in modo di eliminare il loro  retro gusto amarognolo.

- Passiamo le melanzane sotto il getto dell'acqua corrente per eliminare il sale cosparso ed asciughiamo ogni fetta con della carta assorbente.

- Disponiamo le fette su una teglia rivestita di carta forno;
- in una ciotolina creiamo un emulsione di 4 cucchiai di acqua, 1 cucchiaio di olio evo, 1 pizzico di sale ed 1 pizzico di pepe.

- Spennelliamo le nostre melanzane ed inforniamo in forno già caldo a 200° per circa 10/15 minuti o comunque finchè non saranno brunite.

- Dedichiamoci adesso alla preparazione del sugo, disponendo in una capiente padella, la cipolla tagliata a fettine sottili che faremo appassire con un cucchiaio di acqua ed un cucchiaio di olio.
Aggiungiamo la passata di pomodoro insieme a 1/2 bicchiere d'acqua, saliamo, pepiamo e cospargiamo di aglietto in polvere a proprio gusto.
Lasciamo cuocere con coperchio a fiamma dolce per circa 15 minuti  e quando pronta aggiungiamo il basilico fresco.

- Cuociamo la pasta scelta, ma non completiamo la cottura, facciamo in modo di lasciarla al dente anche perchè finirà di cuocere in forno.

- Ultimo elemento da preparare è il " Veg-ggiano" semplicemente frullando una manciata di frutta secca preferita ( mandorle, noci, nocciole ) con  2 cucchiai di lievito disattivato ed 1 pizzico di sale.

Non ci resta adesso che assemblare il piatto!

- Condiamo la nostra pasta cotta con un mestolo di sugo, versiamo un'altro mestolo di passata alla base della teglia scelta per la cottura delle doppiette.

- Su ogni fetta di melanzana, con l'aiuto di una forchetta disponiamo la pasta ed aggiungiamo 1 cubetto di veg mozzarella, avvolgiamo formando un involtino e disponiamo sulla teglia.

- Procediamo così fino al temine delle nostre fette di melanzana.

- Cospargiamo gli involtini con il sugo rimasto e spolveriamo con il veg-ggiano.

- Un filo d'olio evo ed inforniamo in forno caldo a 200° per circa 10 minuti!

Così di primo acchito  può sembrare una di quelle ricette infinite, con mille passaggi e complicatissima, ma vi posso assicurare che sto perdendo più tempo a scrivere che a preparare il piatto! ;)

E poi una cosa è certa sarete conquistati già alla prima forchettata!!!

Questa ricetta è stata chiaramente rivisitata a mio gusto, la versione originale prevede l'utilizzo della melanzana fritta, e l'uso di formaggi non vegetali..... ma per la sua bontà non ha affatto niente da invidiare e potrete senza nessun senso di colpa fare il bis e anche il tris!!!!!  




Un abbraccio 

A presto 
Jorgette





lunedì 13 giugno 2016

Scoprire un nuovo amore ------> HOMEMADE GRANOLA!!!!!






Sicuramente arrivo in ritardo.......ma l'importante è arrivare!!!

Da anni su tutti i social girano foto su questa meravigliosa ricetta........ i video su youtube non si contano..... sono sempre stata attratta..... ma chissà perchè non ci avevo mai provato........eppure è di una semplicità estrema la sua preparazione..... e cosa molto più importante non contiene porcherie ed è buonissima!!!

La granola è costituita da un mix di cereali, quali avena, farro, riso soffiato che uniti a zucchero o dolcificanti vari, spezie e frutta secca  compongono la base per gustose colazioni o merende!!

Infatti tuffare queste croccantezze in una coppa di yogurt o di gelato...mi hanno fatto pentire di non aver iniziato prima a sperimentare questa ricettina facilissima e soprattutto velocissima!!!!

Oggi vi propongo una granola profumata alla cannella alla quale non si può proprio resistere!








INGREDIENTI per un barattolo da 500ml:


  • 4 tazze di fiocchi d'avena bio ( io ho usato quelli piccolini di Ecor )
  • 4 tazze di amaranto soffiato 
  • 60g di frutta secca mista ( mandorle, noci, anacardi, nocciole ecc..)
  • 1 cucchiaio di bacche di goji
  • 1cucchiao di semi di zucca al naturale
  • 1 cucchiaio di scaglie di cocco
  • 1 cucchiaio di scaglie di cioccolato fondente vegan
  • 3 cucchiai di sciroppo d'acero ( o di riso, o di agave )
  • 3 cucchiai di olio di cocco ( o di semi di girasole o di riso )
  • 1 cucchiaio di cannella 
  • Semini di anice ( facoltativo)
PREPARAZIONE:

In un pentolino miscelare l'olio di cocco, lo sciroppo d'acero e la cannella, porre su fiamma dolce e mescolare finchè non sfiorerà il bollore ( questione di pochi secondi ). 

In una terrina uniamo l'avena, l'amaranto, la frutta secca precedentemente tritata in un mixer o grossolanamente al coltello ed i semini di anice ( che a mio avviso donano maggiore profumo e sapore intenso! ), versiamo il composto di sciroppo alla cannella sui fiocchi e mescoliamo.
Preriscaldiamo il forno in modalità statico a 180°.
Disponiamo un foglio di carta forno su una teglia da biscotti, e con l'aiuto di un cucchiaio stendiamo il nostro preparato di fiocchi e frutta secca.
Inforniamo per 15 minuti, mescolando la granola dopo i primi 10 minuti di cottura.

Trascorso il tempo, aggiungiamo le scaglie di cocco, il cioccolato, le bacche di goji ed i semi di zucca, diamo un'altra rimestata veloce ed inforniamo per altri 5 minuti.

Sforniamo la nostra profumata granola che avrà assunto un aspetto dorato e sarà a questo punto divenuta croccante! 
Lasciamo leggermente intiepidire e disponiamo in barattolo!!!
Si conserva benissimo per 10 giorni, ma dubito fortemente che durerà così tanto.....è troppo buona e poi durante la cottura sprigiona un profumo che invaderà ogni angolo della vostra casa!!! 





Adorooooooo !!!

A prestissimo
Jorgette

martedì 31 maggio 2016

Spadellata di Tofu con pisellini e mentuccia!!!








Provo un fortissimo senso di colpa......

postare "scapicollando", una ricetta al mese è davvero vergognoso!!!!

Ma se vi mostrassi la mia macchina fotografica restereste a bocca aperta per le 1000 foto di ricette, che aspettano solo di essere trasferite in rete.....

Devo impegnarmi di più, ritrovare  il tempo,essere più operativa.......

Ma manco da tanto, e non mi va di ammorbarvi con le mie paranoie......ultimamente sto cercando di ritrovare me stessa, di essere più tempo possibile positiva e connessa con il mio lato spensierato....basta negatività!!!

Basta arrovellamenti su problemi quotidiani che in fin dei conti accomunano tutti gli esseri umani, ma si superano e non lasciano traccia in memoria ( per fortuna!!! ).

Quindi approfitto del sole che invade la stagione, risucchio tutta la vitamina D in circolazione e vi scrivo, la ricettina di un piatto gustosissimo, veloce e tanto tanto facile!!!

Ecco cosa ci occorre per una SPADELLATA DI TOFU con  piselli e mentuccia, per un secondo piatto da urlo!!! ;)



INGREDIENTI per 2 persone:

  • 280 g di tofu al naturale 
  • 250 g di piselli freschi o surgelati
  • 1/2 porro
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco
  • 1 mazzetto di mentuccia 
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale e pepe q.b
  • 2 cucchiai di olio e.v.o.
  • paprica dolce q.b.
  • aglio e cipolla in polvere q.b.

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa sbollentiamo il nostro panetto di tofu in acqua per circa 5 minuti così da renderlo più digeribile.

Una volta lessato, tagliamolo a cubotti e facciamolo rosolare in padella calda con un 1 cucchiaio di olio, in modo da  dorare  tutti i lati e formare una crosticina croccante.

Togliamo il tofu dalla padella e mettiamolo da parte.

Affettiamo il porro a rondelle e lasciamolo rosolare nella stessa padella utilizzata per il tofu, con il secondo cucchiaio di olio.

Aggiungiamo i pisellini, e quando tutto inizierà a sfrigolare, sfumiamo con il vino bianco.

Lasciamo evaporare l'alcool, saliamo e pepiamo; aggiungiamo 1/2 tazzina d'acqua, copriamo e lasciamo ammorbidire i piselli per circa 5 minuti.

Non appena l'acqua sarà evaporata, aggiungiamo di nuovo i cubotti di tofu, cospargiamo con paprica, aglio e cipolla in polvere in base al nostro gusto.

Trasferiamo il tutto su un piatto da portata, aggiungiamo il  prezzemolo e la mentuccia fresca precedentemente tritati e gustiamo!

Un secondo semplice, tanto saporito e nutriente!!!

Che ne dite vi piace?



A presto

Jorgette

giovedì 21 aprile 2016

Crostata di Fragole con Crema Pasticcera al Limone........








Riflessione del momento: rendersi conto improvvisamente di postare una ricetta (soltanto) al mese........bhe su meglio che niente..........( consoliamoci che è meglio!!)

La primavera è ormai esplosa in tutto il suo splendore....anzi dalle mie parti alle volte ci confonde camuffandosi da stagione estiva...... ma il bello di essere avvolti da vivaci colori  e bagni di sole è che in tavola arriva l'allegria, arriva la voglia di preparare piatti freschi e vivaci e poi arrivano loro.... le fragole..... il frutto più buono per me in assoluto e che permette di preparare dolci non solo buonissimi ma anche  bellissimi, semplicemente adagiandole su di essi......

Infatti oggi voglio proprio condividere con tutti voi una delle crostate  più richieste a casa mia, una frolla biscottosa ricoperta di crema pasticcera al limone e interamente rivestita di fragole fresche....... ho l'acquolina al pensiero......

Solitamente come base utilizzo la ricetta della pasta frolla che vi ho già mostrato  qui , ma in questa occasione ho voluto utilizzare la ricetta di una delle più brave pasticcere vegane del web che ho il piacere di seguire su tutte le sue pagine social, sto parlando della bravissima Alessia  autrice del sito Il  Pandizenzero, blog bellissimo ricco di ricette favolose preparate con grande maestria!

Vi inserisco il link diretto della sua ricetta http://ilpandizenzero.it/sito/ricetta-base-pasta-frolla-senza-burro-e-senza-uova/ dove troverete anche un video con tutti i passaggi per la preparazione, io ho semplicemente raddoppiato le dosi così da poter preparare oltre la crostata anche dei golosi biscottini! ;)

Vi dico subito cosa ci occorre per preparare questa delizia!






INGREDIENTI per uno stampo da 24 cm
- per la frolla:

  • 220 g di farina di farro
  • 220 g di farina di segale
  • 96 g di olio di riso
  • 96 g di acqua 
  • 180 g di zucchero di canna 
  • 1 pizzico di lievito per dolci vegan a base di cremor tartaro
  • 1 pizzico di sale
  • scorza di limone bio
- per la crema:
  • 240 g di latte d'avena non zuccherato
  • 15 g di amido di mais
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 pizzico di curcuma
  • scorza di un intero limone bio

- per la copertura:

  • 2 cestini di fragole bio
  • foglioline di menta fresca per decoarare
PROCEDIMENTO:

Iniziamo preparando la nostra frolla, sistemando sul fuoco un pentolino con l'acqua nella quale faremo sciogliere lo zucchero di canna, portiamo lo sciroppo fino a sfiorare il bollore e spegniamo. 
In una terrina versiamo le farine, il lievito, il pizzico di sale e mescoliamo .
Formiamo un foro al centro ed aggiungiamo l'olio di riso, la scorza del limone e lo sciroppo di acqua e zucchero.
Con l'aiuto di un cucchiaio di legno, amalgamiamo il tutto fino ad ottenere un panetto liscio e compatto.
Avvolgiamo il nostro impasto nella pellicola trasparente e lasciamo riposare in frigo per almeno mezz'ora.

Nel frattempo dedichiamoci alla preparazione della crema, che dovrà avere il tempo di raffreddarsi.

Poniamo sui fornelli un altro pentolino e versiamo lo zucchero, l'amido di mais, la curcuma e l'intera scorza di limone grattugiata ( fate attenzione a non grattugiare la parte bianca in quanto ha un gusto amaro e rovinerebbe la crema ).
Versiamo adesso a filo il latte di avena mescolando contemporaneamente gli ingredienti con una frusta così da non formare i grumi.
Accendiamo la fiamma dolce e sempre continuando a mescolare portiamo il composto fino a che raggiungerà la giusta densità da crema, dovrà velare il dorso di un cucchiaio, ci vorranno circa 10 minuti.

Una volta pronta, trasferiamo la crema in un piatto e copriamola con un foglio di pellicola trasparente a contatto ( cioè facendolo perfettamente aderire alla crema in modo da non formare quella fastidiosa pellicina se lasciata a contatto con l'aria) e raffreddiamo a temperatura ambiente.

Prendiamo la frolla ben fredda da frigo e su un piano da lavoro leggermente unto,stendiamo il nostro panetto con il mattarello  della dimensione necessaria a rivestire il nostro stampo da crostata. 
Trasferiamo la pasta stesa sulla teglia ( il bello della pasta frolla è che la si può modellare perfettamente sullo stampo! ).
Bucarelliamo con i rebbi di una forchetta la nostra base e rivestiamola con un foglio di carta forno sul quale disporremo dei pesi così da non far gonfiare la frolla  in cottura, io ho utilizzato un sacchetto di ceci secchi.
Inforniamo in forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti , sarà pronta quando avrà un aspetto dorato.

Quando cotta lasciamo raffreddare e trasferiamola direttamente sul piatto da portata.

Tagliamo adesso le nostre fragole ben lavate a fettine, cercando di utilizzare quelle che hanno più o meno la stessa dimensione.

Cospargiamo la crostata con la crema al limone, rivestiamo tutto con le nostre fragoline, decoriamo con qualche fogliolina di menta e finalmente gustiamo!!!!!!!!









Semplicemente deliziosa......

Spero vi piaccia!!!
Cosa ne pensate? spero di ricevere come sempre i vostri commenti, mi mancate......

Un abbraccione
A presto
Jorgette