giovedì 14 gennaio 2016

PRIMA RICETTINA DELL'ANNO ---> CON I MIEI SPAGHETTI ALLE "VONGOLE " FELICI!!!!!








Dato che ho salutato il 2015 con una bella lasagna classica..... ma non proprio..... poichè interamente vegan....mi va assolutamente di dare il benvenuto al 2016 con un altro primo piatto senza crudeltà, che affonda le radici nella tradizione culinaria di casa mia, ma che non lascia affatto insoddisfatti,  anche se privo dell'ingrediente principale di cui è composto.....di che sto parlando????

Ma di un buonissimo piatto di Spaghetti alle NON- vongole che più buono non si può!!!!

In giro per il web ci sono moltissime varianti di questo piatto, io ho scelto di utilizzare la classica ricetta tramandatami dalla mia nonna, ma sostituendo le vongole con dei 

PISTACCHI AL NATURALE  ( idea geniale della dolcissima Mavi di Cucinaecozoica la quale per prima ha dato vita a questo piatto 100% vegan e senza crudeltà).

i quali sono ricchi di vitamina A, B1 (o tiamina), B2, B3, B5, B6, C oltre a ferro, fosforo e manganese, potassio, rame ( fonte greenstyle.it ) 

e donando il sapore di mare,  utilizzando un altro ingrediente super nutriente e nuovo per me, acquistato per l'occasione, ma poi usato in mille altre ricette....  mi riferisco alle 

ALGHE ARAME

L'alga arame è particolarmente ricca di potassio. La sua assunzione può essere utile da parte di chi pratica sport al fine di arginare il rischio di incorrere in crampi muscolari. Possiede proprietà antivirali e può contribuire a mantenere sotto controllo il peso corporeo. E' l'alga dal sapore più delicato, caratteristica che la rende maggiormente affine ai gusti occidentali. 
( fonte greenme.it )

Quindi il piatto che vi propongo oggi, non solo è buonissimo, ma anche sano, nutriente e light!!!

Ecco cosa ci occorre per deliziarci.....










INGREDIENTI per 2 persone:

  • 200 g di spaghetti integrali 
  • 100 g di pistacchi al naturale 
  • 6 pomodorini pachino
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 ciuffetto di alghe arame ( si trovano nei negozi che trattano cucina naturale e biologica )
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 6-7 capperi dissalati
  • sale e pepe q.b.
  • peperoncino verde piccante q.b.
  • olio e.v.o. q.b.
PROCEDIMENTO:

La prima cosa da fare è mettere in ammollo in due recipienti separati i pistacchi e le alghe  in acqua calda per circa 15/20 minuti.

Nel frattempo possiamo dedicarci a lavare i nostri pomodorini che taglieremo a metà  ed  i capperi  così da privarli del sale di  conservazione .

Tritiamo finemente il prezzemolo, l'aglio privato dell'anima ( la parte centrale che risulta essere poco digeribile )  e passato il tempo di ammollo, uniamo al trito  le alghe  riducendo anche queste in pezzettini.

Scoliamo anche  i pistacchi  e per dare il finto aspetto delle vongole, sgusciamone solo la metà.

Posizioniamo sui fuochi una pentola  con acqua salata  per i nostri spaghetti, ed  una padella capiente nella quale  versiamo un cucchiaio di olio; 
appena questo comincerà a scaldarsi, aggiungiamo il battuto di capperi, aglio, alghe, prezzemolo e   peperoncino ( sulla quantità del peperoncino sono andata ad occhio, per cui andate a vostro gusto) e lasciamo soffriggere per 1 minuto girando con un cucchiaio di legno.

Aggiungiamo i pistacchi sia interi che privi di guscio , appena tutti i liquidi saranno evaporati sfumiamo con il bicchiere di vino bianco.

Abbassiamo la fiamma, attendiamo che l'odore di alcool sparisca e aggiungiamo i pomodorini,saliamo e pepiamo.

Versiamo  un mestolo di acqua calda, copriamo e lasciamo cuocere abbassando la fiamma per circa 10 minuti.

Quei minuti necessari a cuocere gli spaghetti.........

Quando al dente, scoliamo la pasta e gettiamola nel sughetto, mescoliamo per bene, aggiungiamo un filo d'olio a crudo, una spolverata di pepe e prezzemolo tritato e serviamo!!

Come da tradizione ma con ancor più amore il piatto è pronto!!



Mio marito li ha adorati!!!!

Provare per Credere!!!

A presto

Jorgette

11 commenti:

  1. Buon anno Jo :-) questi spaghetti mi hanno stregata sono assolutamente da replicare :-) Complimenti e felice we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tesoro!! se li provi fammi sapere...sono curiosa di conoscere la tua opinione!
      un grande bacio e buon we anche a te!! <3

      Elimina
  2. Che buonone questo piatto Jorgette!! Mi hai fatto venire una fame... Mannaggia! Direi che hai fatto centro! Ciao cara complimenti e un abbraccio
    Federica :-)

    RispondiElimina
  3. Pensavo di seguirti da tempo... Mi sono aggiunta ora, meglio tardi che mai ;-) Buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede grazie!!!! Sono davvero tanto felice del tuo apprezzamento sia per la ricetta che per il mio piccolo blog!!! Sei un tesoro!!! Ti abbraccio fortissimo :*

      Elimina
  4. Che bellissimo piatto, perfetto per salutare il novo anno! Sono tutti ingredienti che ho sempre in casa quindi non potrò esimermi dal provarlo :) Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice ti piaccia dolce Alice! :) Aspetterò di sapere cosa ne pensi una volta provato! A casa mia lo abbiamo adorato!
      Un abbraccione

      Elimina
  5. Piatto fantastico!!!! Io adoro le alghe! Piano piano voglio guardarmi il tuo blog,sei bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Diana!!!! Felice ti piaccia!!! Un abbraccione 😊

      Elimina
  6. Associare la ricetta di tua nonna (che sono sempre per noi le più buone) alla mia strana idea dei pistacchi-vongola mi rende davvero felice (per restare in tema). E poi per festeggiare il nuovo anno, wow, doppio onore!
    Tua nonna si vede che se ne intende, pachino e capperi, sfumatura al vino... Li proverò prossimamente, facendo una rara eccezione con il vino che ho abolito dalla mia tavola.
    A mia volta ti consiglio di provare le altre versioni che trovi nel mio sito, con ortica al posto delle alghe, in bianco, crudista.
    Una curiosità: come mai metti in ammollo alghe e pistacchi separatamente? La mia idea prevede l'ammollo congiunto per far assorbire al pistacchio l'odore di mare. L'alga arame purtroppo è diverso tempo che non la prendo perché in giro si vedono solo quelle giapponesi (e quindi radioattive, un problemino che non si lava via in pochi mesi).
    Un abbraccio, e complimenti per il blog, molto informativo oltre che gustoso!
    ;)

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Mavi!
    grazie per il tuo commento!!! La mia nonnina era una cuoca eccezionale, ed ogni volta che preparava questo piatto, mi raccontava che in periodo di guerra, preparavano la pasta utilizzando al posto delle vongole dei sassi presi in mare, per portarne il gusto a tavola ( quindi li assaporavano in versione vegan in passato! ;D ).....ovviamente oggi non è proprio possibile, visto anche l'inquinamento e ti ringrazio per avermi fatto notare la provenienza delle alghe arame...non ci avevo proprio pensato!!
    E grazie anche per il consiglio dell'ammollo congiunto di pistacchi ed alghe.... lo farò di certo la prossima volta....quando ho preparato questa ricetta era la prima volta che usavo le alghe!
    Andrò a sbirciare tutte le tue altre varianti, sei bravissima!!!
    un abbraccione
    Jorgette

    RispondiElimina